La partecipazione alla gestione della città non si realizza attraverso una continua raccolta delle posizioni e istanze, ma attraverso un percorso chiaro di ascolto che alimenta le informazioni da considerare, gli impatti e le conseguenze di una decisione. Le risorse, le competenze e gli esperti che le incarnano, con questa modalità di lavoro potranno raggiungere con velocità ed efficacia la forma di “proposta di cambiamento” per la città e prendersi in carico l’onere della decisione con il maggior livello di condivisione possibile.

COME LAVORIAMO

La proposta di Milano Concreta, allora, sarà lavorare per punti programmatici sviluppando le tematiche con la moderazione di un esperto di quel settore e con la collaborazione di altre risorse della città come professionisti e organizzazioni, tutti in nome del bene comune e concretamente orientati alla soluzione del problema o alla gestione delle opportunità di miglioramento.

Business Meeting

Di seguito alcuni punti programmatici di cui ci stiamo occupando e su cui chiunque può leggere approfondimenti e parlare con i relativi referenti. Un piano di lavoro concreto che prenderà forma definendo le priorità con i diretti interessati e non solo con chi ne può trarre profitto.

  • Rilancio della Società milanese a partire da una maggiore integrazione e un equo sviluppo tra centro e quartieri di periferia.
  • Obiettivo Milano 2026, le Olimpiadi Invernali. Come gestire un grande evento in modalità sostenibile.
  • Transizione urbanistica da una città dinamica a una città fluida.
  • Attuazione della trasparenza tra amministrazione pubblica e cittadinanza. Ufficio Partecipato Difensore Civico del Cittadino
  • Partecipazione dei Cittadini ai programmi di sviluppo della città attraverso appuntamenti referendari cadenzati.
  • Revisione dei rapporti tra Sanità pubblica e Sanità privata.
  • Rivalutazione dei processi di sviluppo e dei rapporti tra pubblico e privato nei settori del trasporto di massa e delle grandi opere infrastrutturali.
  • Incentivazione dell’Educazione civica a partire dalle scuole elementari sino alla cittadinanza adulta.
  • Sensibilizzazione all’Educazione cinofila e di ogni altro rapporto tra il cittadino e gli amici animali domestici.
  • Rilancio delle opere di risanamento tecnico e strutturale nelle scuole cittadine.
  • Adeguamento della viabilità generale tramite un riequilibrio del trasporto di superficie ferro/gomma e il mezzo privato (auto, bicicletta).
  • Rimodulazione del processo di attuazione del verde in città (maggiori alberi e maggiore capacità di abbattimento degli agenti inquinanti).
  • Ripristino dei sistemi idraulici tra nord e sud della città.
  • Reimpostazione degli equilibri economico/politici tra città metropolitana e territorio.
  • Controllo dei processi sociali e della sicurezza tra cittadini.
  • Ridefinizione della Cultura al centro delle riflessioni per uno sviluppo attrattivo della città,  la salvaguardia delle professionalità e una maggiore consapevolezza nei cittadini.
  • Sviluppo delle politiche abitative che parta dall’ascolto diretto di coloro che vivono in prima persona le problematiche strutturali del patrimonio edilizio.
  • Impegno dell’Amministrazione comunale al centro delle politiche del lavoro a partire dal controllo delle aziende partecipate fino all’ascolto di tutte le categorie e gruppi di lavoro sia pubblici che privati che operano sul territorio e che contribuiscono a rendere concreta l’efficienza meneghina.

Altri argomenti e aree di intervento saranno sviluppate insieme ai cittadini e in base al percorso di rinnovamento necessario alla città e alle emergenze del momento. Impostiamo nuove modalità di lavoro per definire un futuro democraticamente costruito. Questo si può realizzare solo attraverso il dialogo con cittadini responsabili pronti a collaborare e l’ascolto delle posizioni per una revisione costante e costruttiva di un orizzonte condiviso.