Prima di partire per un viaggio, bisogna avere subito chiari due punti fondamentali.  Il primo è dove si vuole arrivare. Il secondo,  forse ancora più importante,  è che se si vuole andare oltre determinati confini bisogna avere sotto mano la propria “carta di identità”

Valori e Squadra

  • Milano Concreta è un progetto politico organizzato nella forma di lista civica che si propone di costruire soluzioni concrete per la città metropolitana. Tale obiettivo si realizza attraverso un processo di partecipazione e inclusione di tutti i cittadini alle decisioni amministrative per il futuro, come avviene in altri grandi centri urbanizzati del pianeta.
  • L’orientamento valoriale del progetto è trasversale agli schieramenti politici che finora hanno governato e riunisce i contributi di esperti in vari settori d’interesse per la guida della città: dai servizi essenziali, all’urbanistica, alla cultura, ai progetti di sviluppo del benessere. Siamo alla ricerca di concretezza e dialogo per assicurare che ogni buona idea, da qualsiasi parte provenga, diventi proposta e poi realizzazione a beneficio di tutti i cittadini.  Uno dei primi obiettivi è proprio quello di rendere concreta una visione di città e di futuro. Un’idea che si fa strada e non rimane nelle nostra mente. Cerchiamo di catturare un concetto, un suggerimento, una proposta e creare le condizioni perché si realizzi.
  • Il nostro simbolo è un timbro di approvazione che non guarda la firma o la provenienza della proposta politica, ma che ne certifica il contenuto: se è una buona idea la approviamo e le diamo energia. Alcune scelte fatte finora dall’attuale amministrazione vanno confermate, altre fermate, altre riviste nel merito e nel metodo.
  • Il nostro rappresentante Simone Sollazzo sarà il garante di questo processo di partecipazione che Milano merita per la sua storia di innovazione, giustizia e democrazia. Al momento è consigliere comunale in carica e lavora ogni giorno già in questa ottica. Nel nuovo progetto Simone è coadiuvato da altri appassionati lavoratori, professionisti, liberi cittadini disposti a dare il proprio impegno e la loro competenza al servizio della città. Tutti possiamo fare il bene della nostra città, finita l’era della personificazione della politica si può passare alla politica dei fatti e delle decisioni condivise. Non abbiamo bisogno di un leader assoluto, ma piuttosto di un uomo cosciente del proprio ruolo di rappresentanza.
  • La sua candidatura rappresenta l’impegno di un’intera squadra nei confronti delle donne e degli uomini di Milano, non solo gli aventi diritto al voto ma tutti coloro che fanno parte della nostra comunità, comprendendo anche le categorie meno rappresentate a quelle più deboli.